La strategia dell’assenza

Da Il Piccolo di oggi:

«Io non ci sarò, ho un incontro a livello nazionale dei sindaci dei comuni capoluogo o delle province con Berlusconi e Alfano. Non posso chiedere di rinviare la convocazione. Il testo della Corte dei conti è noto anche al presidente del consiglio comunale, se vuole leggerlo in aula lo faccia lui. Le valutazioni ulteriori saranno fatte in un altro momento». Così il sindaco di Alessandria Piercarlo Fabbio.

E’ evidente che l’importante incontro nazionale senza di lui non si potrebbe fare. Mentre la situazione a Palazzo Rosso è tranquilla e sotto controllo, quindi che ci pensino Cuttica di Revigliasco o Mazzoni a leggere in aula il documento della Corte dei Conti (che peraltro è  noto a tutti, non solo al presidente del consiglio comunale), e  poi a gestire i 137 punti all’ordine del giorno.

A voi i commenti. Permane però il divieto assoluto, nonostante tutto, di insulti e parolacce.

2 thoughts on “La strategia dell’assenza

  1. in effetti l’unico commento sarebbero proprio insulti e parolacce, ti viene da pensare se lo è o “ci fa”, incredibile!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...