Mario e Rocco: senza pudore

Il premier Mario Monti: “Io ho il consenso degli italiani, i partiti no”. Non male come affermazione, per uno che è stato nominato da una lobby, anziché passare attraverso una consultazione elettorale.

Ma il bello è che sui media amici (quasi tutti) la spacciano come una verità. Meravigliosamente spudorati, tutti quanti. E quasi nessuno che, al contrario, metta in evidenza una realtà sacrosanta: l’unico risultato tangibile che resterà in nefasta eredità al Paese dal passaggio del governo Monti-Passera-Fornero sarà che milioni di italiani saranno espulsi dal mercato del lavoro almeno 10 anni prima di avere diritto a qualsiasi (minima, naturalmente) assistenza pensionistica. Provare per credere, come diceva Guido Angeli.

Leggo poi che a Palermo invocano, naturalmente in maniera goliardica, la candidatura a sindaco dell’indimenticato porno divo Rocco Siffredi. Lui, sì, uno che potrebbe portare davvero “misure straordinarie”.

Ebbene: io la butto lì. Secondo voi, in caso di competizione elettorale democratica, chi prenderebbe più voti tra Mario e Rocco? Certamente sarebbe una sfida tra personaggi senza pudore.

One thought on “Mario e Rocco: senza pudore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...