Non è la fine del mondo: ma molte cose cambieranno…

Fine del mondoSe non è la fine del mondo, come dicono in questi giorni molti lavoratori del comune di Alessandria, delle partecipate e delle cooperative, certamente poco ci manca, e il caos regna sovrano.

Del resto però, dopo mesi di “palleggio” e “melina”, mascherati da emergenza, era inevitabile arrivare al punto. Ora ci saranno tanti scontenti, e speriamo non troppi disperati. Però se non altro la questione della riorganizzazione vera della macchina comunale è nel piatto, e non la si può più eludere.

Nei prossimi giorni e settimane, tra messe in liquidazione di società, accorpamenti e piani industriali, vedrà la luce un modello di gestione della macchina pubblica locale che speriamo possa essere (al contrario di oggi) economicamente sostenibile, e in grado di erogare a tutta la cittadinanza servizi di qualità, a costi equi.

La sfida è riuscirci sacrificando al minimo i livelli occupazionali, e senza comunque lasciare nessuno per strada. E, speriamo, senza fare figli e figliastri.

Del resto, sfogliando qualsiasi giornale on line o cartaceo non si può far finta che attorno sia tutto a posto. E non si può non constatare che notizie drammatiche di chiusure o drastici ridimensionamenti di aziende private (ultimo caso, le Officine Meccaniche Cerutti di Casale Monferrato) fanno meno rumore del ritardato pagamento di uno stipendio comunale. E, senza voler stimolare la guerra tra poveri (so già che questa è l’obiezione), dobbiamo comunque ricordarci che i lavoratori hanno tutti gli stessi diritti ed esigenze, che abbiano o no vinto un concorso pubblico. Non solo: un territorio che non si batte per difendere il lavoro produttivo, e che pretende di campare di pensioni e servizi parastatali, cari miei, fa la fine che non a caso stiamo facendo.

Ma c’è un’altra categoria di lavoratori che in questi mesi ho imparato a conoscere un po’ più da vicino, e che mi pare particolarmente debole, poco rappresentata a livello mediatico, e forse non solo. Ed è quella dei soci/lavoratori delle cooperative.

Me ne sono occupato per AlessandriaNews, ho conosciuto numerosi protagonisti del comparto, sono stato anche “sul campo” a vedere, in particolare, qual è il lavoro che queste persone svolgono nell’ambito di comunità per minori, o nella gestione di case di riposo. E consiglio a tutti, se ne avete occasione, di fare lo stesso. Solo “toccando con mano”, infatti, si riesce ad intuire di cosa stiamo parlando. Un migliaio di lavoratori soltanto nell’ambito delle cooperative sociali alessandrine, tra cui molte persone svantaggiate. Stipendi non certo da nababbi. Motivazioni e, spesso, competenze assai elevate. E una serie di servizi essenziali per la cittadinanza. Eppure la situazione è quella che sappiamo, e all’emergenza finanziaria si affiancano qua e là segnali di insofferenza nei confronti del settore. Da parte dei dipendenti pubblici perché temono di poterci finire a lavorare, facendo un passo indietro sul piano delle garanzie contrattuali. E li posso capire. Da parte dei sindacati (o di qualche sindacato), invece, capisco meno questo scarso coinvolgimento nei confronti dei “cooperatori”. Quasi fossero lavoro “finto”, altro rispetto alle categorie da tutelare. Ma magari sono solo distratto: d’ora in poi osserverò meglio, e spero di cogliere segnali diversi. Senza dimenticare, peraltro, che la cooperazione non è solo quella sociale (oggi alle prese con i problemi maggiori), e che il settore non lavora solo con gli enti pubblici. Esistono la cooperazione edile, agricola, la grande distribuzione e altro ancora: insomma, un bel pezzo dell’economia del Paese.

Intanto, vediamo come evolve la situazione di diverse partecipate comunali alessandrine, che sono sul piede di guerra.

One thought on “Non è la fine del mondo: ma molte cose cambieranno…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...