Quanti Pinocchio in campagna elettorale…

Sondaggio PinocchioSta davvero perdendo vistosamente terreno (ossia consenso) il Movimento 5 Stelle, come sostengono diversi sondaggi sbandierati sui media on line e cartacei in questi giorni?
E quanto “pesa” davvero il polo centrista costruito attorno alla figura di Mario Monti? Possono il movimento di Ingroia (e De Magistris) o quello di Giannino riuscire a superare le soglie di sbarramento, eleggendo propri rappresentanti alla Camera, e magari anche al Senato?

In realtà siamo nella fase in cui ognuno tira l’acqua al proprio mulino, cercando di condizionare pesantemente il vastissimo elettorato indeciso, e alla finestra.
Non è che i sondaggi siano tutti disonesti, anzi. Però molto dipende dal target che viene utilizzato, e dal tipo di domande e di approccio. Insomma, i sondaggi sono un bel passatempo, ma poco più. Peraltro, come faceva notare qualche giorno fa un lettore di questo blog, se ci mettiamo lì a sommare le percentuali che i diversi partiti o schieramenti si auto-attribuiscono, arriviamo tranquillamente al 130%, per cui è chiaro che a qualcuno resterà il cerino acceso in mano.

Il vero rischio di questa campagna elettorale però (anzi, la quasi certezza) è la solita demagogia all’italiana: tutti (o quasi) a lanciare slogan e a cercare di legittimare l’avversario. Pochi, o pochissimi, quelli che cercano di affrontare questioni concrete, e di dire come cercheranno di risolvere le drammatiche emergenze che abbiamo di fronte. Forse anche perchè gli italani preferiscono così: generiche rassicurazioni (“via l’Imu”, o “la crisi finirà a fine anno”, per citare due panzane tra le più clamorose), e non un’analisi seria e impietosa della malattia, e della cura necessaria per sopravvivere.

Poi ci sono i media: i principali quotidiani in queste settimane sembrano house organ di Monti, mentre la tv di Stato, ragazzi, è come sempre esilarante: gli stessi leccapiedi che cinque anni fa scodinzolavano festanti attorno alla corte di re Silvio, sperando di essere notati se non da lui almeno da qualche importante cortigiano, oggi hanno riscoperto il valore della schiena dritta, e il sacro fuoco dell’informazione. E giù a sputtanarlo ad ogni piè sospinto, il “povero” Berlusca, mettendosi al servizio preventivo dei nuovi padroni. Gente triste, ma che non sa di esserlo.

Quindi, per tornare al quesito di partenza: Grillo e il Movimento 5 Stelle sono pressoché scomparsi dal dibattito pubblico, per evidente scelta strategica della compagnia di giro. Perché il popolo possa continuare a credere che l’alternativa è quella di sempre: ossia Bersani e Berlusconi. Italia anni Novanta. Con la variabile Monti, sostenuto nel suo anno di governo “tecnico” da entrambi i contendenti di cui sopra. E destinato al colle più alto.

Tutti assieme appassionatamente,insomma, o Grillo riuscirà comunque a rompere le uova nel paniere? Del resto, non è sempre stato nel dna del suo movimento il rifiuto del sistema dei media tradizionali?

2 thoughts on “Quanti Pinocchio in campagna elettorale…

  1. ma siamo sicuri che Grillo scompaia solo per una sua scelta ?Monti e Berlusconi rappresentano il denaro e le lobby.Il Pd di Bersani e’ la rabbia di un certo schieramento che ha ancora briciole di populismo.E allora,domanda,perche’ ritornano Berlusconi e la sua bella presenza?….non e’ che si cerca di vincere facile?????e che si voglia far credere a noi tutti che e’ stata la democrazia a decidere?Cosi’ facendo,si azzerano i concetti primari di uno stato:dare largo ai nuovi movimenti,alle nuove idee.Io vedo solo una falsa apparenza democratica,mentre penso che sia tutto scritto gia’ a tavolino,ciao.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...